Bertolt Brecht  : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”







Non mi piace
pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..





“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in  superficie “





Pino Ciampolillo

mercoledì 4 agosto 2010

Ridi





RIDI
Ridi tuttu scialatu,
e u mari è tuttu salatu.
Ridi sempri chi ridi,
ddiu nterra ti cridi.
Ridi tuttu scialatu,
a facc’i cui t’ha votatu.
Ridi sempri chi ridi,
i to caddi suli ti vidi.
Ridi tuttu scialatu,
sulu è u populu dassatu.
Ridi sempri chi ridi,
u Talianu è sbandatu.
Ridi sempri chi ridi,
i sordi su a to fidi.
Ridi sempri chi ridi,
e giudici cumunista vidi.
Ridi sempri chi ridi,
a tutti tu spidi.
Ridi tuttu scialatu,
u to sensu è sensa statu.
Ridi tuttu scialatu,
voi mi si veneratu.
Ridi tuttu scialatu,
u malaffari è ‘umentatu.
Ridi si orbu e ti sperdi,
st’Italia cusì si perdi.
Ridi cu cumbinzioni,
ora voi i ‘lizzioni.
Ridi e balli u tangu,
no vidi tuttu stu fangu.
Ridi sensa pena,
mancu p’a Maddalena.
Ridi cu tant’amori,
l’Acul’a ncruci mori.
Ridi forsi pi finta,
com’o fondotinta.
Ridi tuttu scialatu,
sulu è u nostru mircatu.
Ridi ridi ti cridi rre,
a genti suddita non è.
Ridi e a to risa ndi mpesta,
pi ll’Italia non è festa.
Ridi tuttu scialatu,
p’u to lettu rinforzatu.
Ridi ridi e fai i corna,
l’Italia arretu torna.
Ridi ridi è cosa ditta,
quandu vinci è minditta.







Scritto da Orchisimia on ago 5th, 2010 archiviato in Calabria, Cronaca, In Primo Piano, Melito di Porto Salvo, Orchisimia, Politica, Regionale, Rubriche. Puoi seguire questo articolo con gli RSS 2.0.

Nessun commento:

Posta un commento